Videogiochi a supporto delle aziende di HR nella selezione del personale

Videogiochi a supporto delle aziende di HR nella selezione del personale

(di Gaia Fiertler) * – Videogiochi per misurare il livello manageriale dei giocatori e portare a bordo chi vince. Oltre ad allenare alcune competenze nella formazione degli adulti, ora i videogame entrano nel mondo della selezione del personale. È il caso di Knack Analityc, ideato da professori di Harvard e Yale e testato e messo a punto in Royal Dutch Shell, che misura le capacità di problem solving, leadership, intelligenza sociale, empatia, learning agility e team playing dei candidati. Il gioco sta prendendo piede anche in Italia, nella selezione dei più giovani ma non solo, a integrazione di sistemi classici di valutazione. Come ha raccontato il direttore delle risorse umane di Boston Consulting Group, Gioia Ferrario (L’Impresa 5/2017, “Head hunter alle prese con i robot” di Gaia Fiertler), «Il presupposto per l’utilizzo di questi sistemi automatici è che, oltre a essere divertenti, abbiano una struttura robusta in termini di analisi delle competenze. Noi li abbiamo testati per capire se fossero in grado di cogliere le nostre competenze distintive e il sistema predittivo ci ha confermato le nostre convinzioni. Così ora li stiamo utilizzando in alcuni casi come forma di preselezione dei più giovani, accanto a un’analisi accurata del cv; in altri casi come supporto tra un colloquio e l’altro per le figure manageriali da inserire in staff e in consulenza. Di fatto cerchiamo conferme e, finora, abbiamo trovato un buon allineamento tra le nostre valutazioni dirette e le risposte del gioco». In futuro knack si potrebbe applicare anche all’analisi dello sviluppo delle competenze dentro le organizzazioni.

  • Giornalista free-lance milanese, segue l’evoluzione delle organizzazioni, delle competenze, della gestione delle risorse umane e della formazione manageriale nell’attuale scenario di cambiamento continuo e digitalizzazione diffusa.